la focaccia

In questo weekend lungo impariamo a fare una cosa nuova: la focaccia! Pensate sia impossibile raggiungere la morbidezza (e l’unto) di una tipica focaccia genovese? non se seguite pochi e semplici passaggi, perché ho scoperto che, a parte una sana dose di pazienza per la lievitazione, è una preparazione facile facile e alla portata di tutti!

IMG_4097.JPG

INGREDIENTI

  • 330 grammi di farina forza 260
  • 175 ml acqua
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di miele
  • 20 grammi di lievito fresco
  • 20 ml di olio extra vergine d’oliva
  • più altri 30 ml di olio e 30 ml di acqua, miscelati insieme
  • sale grosso

In una ciotola capiente versare 160 ml di acqua, 20 ml di olio, sale e miele e miscelare con una forchetta.
Aggiungere circa metà della farina (attenzione alla forza della farina, più è forte – io uso la 260 – meglio verrà la focaccia) e sempre con la forchetta mescolare velocemente, non importa se ci sono grumi.
in una ciotolina, versare l’acqua rimanente (15 ml) e sbriciolare il lievito fresco, miscelare e versare sull’impasto.
Aggiungere la farina rimanente e con le mani impastare fino ad ottenere una bella palla liscia.
Spolverare sul fondo della ciotola un po’ di farina, adagiare la palla di pasta, coprire la ciotola con un telo asciutto e lasciare riposare mezz’ora.
Trasferire la palla su un piano pulito e leggermente infarinato, stendere la pasta con le dita e ripiegarla più volte su se stessa, ristendere con le dita, ripiegare e così via per 4 o 5 volte.
Ricoprire una leccarda con carta da forno, versare 2 cucchiai d’olio e appoggiare l’impasto. Inumidire bene il telo usato in precedenza (se non si fa questo passaggio si formerà una crosticina dura, che rende la focaccia meno bella) e lasciare riposare per 2 ore.
Una volta lievitata, stendere la pasta con le mani sulla leccarda, fino a riempirla tutta, poi con le dita formare i tipici solchi della focaccia. Ricoprire con il telo umido e fare riposare ancora 30 minuti.
Scaldare il forno statico a 230°.
In un bicchiere miscelare 30 ml di acqua e 30 ml di olio evo con una forchetta, scoprire la focaccia e versare tutto il liquido sulla superficie, facendo attenzione che i buchi fatti con le dita siano ben pieni ma che non ci sia troppo liquido fuori dai bordi (se vedere che c’è troppa acqua, potete tamponarla delicatamente con della carta da cucina). Spolverare con sale grosso.
Infornare in forno a temperatura e cuocere per 20 minuti circa, finché la superficie sarà bella dorata e l’acqua sarà stata assorbita.

Ecco il risultato (qui vedete i segni della crosticina perché al primo esperimento non avevo bagnato il telo, mentre la foto di copertina non ha segni poiché fatta correttamente):

IMG_4052.JPG

Vi è venuta l’acquolina in bocca? Mani in pasta, e buon appetito!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...