vellutata di broccoli

Lo sapevate che i broccoli… sono fiori? La pianta erbacea si chiama Brassica oleracea L. e appertiene alla famiglia delle Crucifere. Il sapore delicato ma non particolarmente strutturato è difficilmente accettato dai commensali più giovani (ma anche tanti adulti), quindi bisogna “potenziarlo” per farlo apprezzare di più in tavola. Come fare? Una semplice vellutata, arricchita da crostini di melanzana e foglie di timo… successo assicurato! Iniziamo quest’anno nuovo con un piatto leggero e delicato.

WP_20150823_18_51_41_Pro

INGREDIENTI per 2 persone

  • 2 cime di broccoli di media dimensione
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1/2 cipolla bianca
  • olio extra vergine d’oliva
  • 100 ml panna
  • 50 grammi di burro
  • sale
  • pepe
  • 1 melanzana
  • 50 grammi di farina

In una pentola mettere un paio di cucchiai di olio, lo spicchio d’aglio e la cipolla tritata finemente e fare soffriggere. Pulire i broccoli, staccando tutte le cimette verdi e versarle in pentola. lasciare tostare per 5 minuti, poi aggiungere mezzo litro d’acqua e dal bollore calcolare mezz’ora di tempo. quasi tutta l’acqua sarà evaporata, scolare quella rimanente e aggiungere il burro e la panna.

Con un minipimer frullare tutto il contenuto della pentola, finchè non avrà raggiunto una consistenza cremosa e non ci saranno più pezzi di broccolo. Regolare di sale e pepe e lasciare riposare fino al momento di servire in tavola.

Pulire bene sotto acqua corrente la melanzana, poi tagliarla a dadini piccoli. Versare la farina in una ciotola e aggiungere i dadini appena tagliati, girando con le mani fino a quando non saranno ricoperti in maniera uniforme.

Scaldare in una padella 4 cucchiai di olio extra vergine d’oliva, poi aggiungere le melanzane, facendo attenzione a girare molto spesso il contenuto con un cucchiaio di legno, in modo che si cuociano bene tutti i lati. Scolare su carta assorbente per togliere l’eccesso d’olio.

Servire la vellutata in piatti fondi, aggiungendo su un lato una manciata di crostini di melanzana, finendo poi con un filo d’olio e addondanti foglioline di timo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...